df-news

La storia del calcio femminile in Italia e nel mondo

Tutto cominciò dalle munitionettes e poi la passione per il calcio femminile non si è più fermata…

Troppo spesso trascurato, il calcio femminile è diventato negli ultimi anni uno sport di grande rilevanza. Infatti, sebbene siano ancora gli uomini a essere i maggiori protagonisti di questo gioco, le ragazze si stanno sempre più avvicinando a questo sport ottenendo eccellenti successi a livello internazionale.

La storia del calcio femminile affonda le sue radici in un passato non troppo lontano, all’epoca della Prima Guerra Mondiale in Inghilterra. Durante questo periodo, la richiesta di munizioni aumentò notevolmente e allo stesso modo il numero di ore e di posti di lavoro. Dal momento che gli uomini erano stati in gran parte trasferiti al fronte, furono le donne rimaste in patria a occupare quei posti e a cominciare ad andare nelle fabbriche.

Nelle pause le ragazze presero le medesime abitudini che avevano gli uomini e cominciarono a tirare i primi calci al pallone…

La storia del calcio femminile

La Dick, Kerr & Co. Factory a Preston fu la fabbrica inglese nella quale nacque la prima squadra di calcio femminile, soprannominata le “Signore del Kerr”. Le donne che facevano parte di questa formazione vengono ricordate come delle pioniere, infatti, il loro impegno nel calcio femminile diede vita a una vera e propria rivoluzione.

Nel 1916 le “Signore del Kerr” affrontarono il primo derby tra fabbriche contro una squadra di operaie di Ulverston. Poi le partite di calcio femminile si spostarono in Galles, dove la squadra londinese si battè con le munitionettes di Swansea e Newport e, più tardi, si susseguirono incontri in tutto il Paese. Le operaie della Dick Kerr si fecero notare per la propria bravura, riuscendo a vincere nella maggior parte dei casi e radunando un folto e numeroso pubblico.

Nel 1917 le “Signore del Kerr” sostennero un torneo di calcio femminile contro la Francia, in particolare una selezione di ragazze francesi scelte dalla Fédération des Sociétés Feminines Sportives: vennero giocate quattro partite che si conclusero con due vittorie inglesi, un pareggio e una vittoria francese.

Nel 1921 le “Signore del Kerr”, che nel frattempo continuavano a lavorare in fabbrica, avevano disputato ben 67 partite su 121 inviti ricevuti e avevano ispirato la formazione di oltre 150 squadre di calcio femminile. Ma nello stesso anno la Football Association cominciò a vedere di cattivo occhio questa pratica ed emanò un provvedimento che bandiva il calcio femminile.

La legge rimase in vigore fino al 1971, ma ciò non vietò alle “Signore del Kerr” e alle altre squadre di calcio femminile di continuare a giocare le proprie partite: la squadra inglese restò in vita per 48 anni disputando 828 partite, vincendone 758, pareggiandone 46 e perdendone solamente 24, passando alla storia come una delle squadre di calcio femminile più forti di sempre.

Il calcio femminile in Italia

In Italia il calcio femminile fa il suo esordio nel 1933, quando a Milano viene fondato il Gruppo Femminile Calcistico, ma ben presto il CONI intervenne bloccando le attività calcistiche femminili milanesi e per evitare la creazione di altre squadre. Nonostante le restrizioni, nel 1946 a Trieste nacquero due squadre, la Triestina e la San Giusto, e nel 1950 viene istituita l‘Associazione Italiana Calcio Femminile (AICF) a Napoli.

Qualche anno più tardi si cominciarono a giocare le prime partite di calcio femminile in Italia: nel 1959 a Messina si giocò Roma-Napoli, che sancì lo scioglimento dell’AICF, e nel 1965 a Milano si giocò Bologna-Inter. Quest’ultima sfida aveva come protagoniste atlete tra i 14 e i 17 anni e l’allenatrice di entrambe le squadre era Valeria Rocchi che arbitrò anche l’incontro. Comincia il successo per le giovani atlete e dilaga l’entusiasmo per la creazione di squadre di calcio femminile in tutta Italia.

Tra gli anni ’60 e ’70 nascono diverse associazioni di calcio femminile.

  • La prima è la Federazione Italiana Calcio Femminile (FICF) che dà il via al primo campionato italiano di calcio femminile a dieci squadre suddiviso in due gironi con criteri di vicinanza geografica. Il titolo viene vinto dal Genova, squadra fondata da Alba Campomisosi Mignone.
  • La seconda è la Federazione Italiana Femminile Giuoco Calcio (FIFGC) nella quale convergono molte società che avevano lasciato la FICF. L’associazione cominciò a discutere la possibile creazione di un campionato di Serie A a 14 squadre e di una Serie B a 24 squadre (divise in 4 gironi).

Nel 1986 il calcio femminile entrò a far parte della FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio) e venne eletta come presidente della Divisione Calcio Femminile Natalina Ceraso Levati, il cui operato è stato decisivo per lo sviluppo del calcio femminile in Italia.

Nel corso del tempo le ragazze da che durante le partite indossavano gonne lunghe e pesanti corsetti, sono passate vestire un abbigliamento sportivo più adatto e hanno partecipato a diversi campionati e tornei di calcio femminile.

E sebbene negli anni il calcio femminile non abbia avuto una storia facile, le vittorie raggiunte da parte delle squadre femminili, hanno permesso a questo sport di raggiungere sempre di più una maggiore visibilità, di crescere e di svilupparsi, come è accaduto durante i Mondiali di Calcio Femminile del 2019 che, grazie anche all’ampia copertura mediatica e ai numerosi sponsor convolti, hanno fatto registrare un boom di ascolti in TV e un aumento record delle iscrizioni alle scuole calcio femminili.

pronta a indossare le scarpette e correre?

 

DF SPORT SPECIALIST
09 Agosto 2019
Articoli correlati
Consigli

Intimo sportivo: l'importanza del primo strato tecnico

L’intimo tecnico per gli sportivi è il primo elemento da prendere in considerazione quando si fa sport: Sport Specialist ti spiega il perché

Consigli

Scarpe da calcio come sceglierle: i consigli per trovare le più adatte a ogni terreno

In pelle o sintetiche? Ma soprattutto, con quale tacchettatura? C’è un tipo di scarpa da calcio per ogni tipologia di terreno. Sport Specialist ti aiuta a non sbagliare.

Articoli recenti
Consigli

Come allenarsi per il trail running?

20 Agosto 2019 | DF Sport Specialist

Prossimi appuntamenti

Resta in attesa stiamo elaborando il tuo ordine