Consigli

Come allenarsi per il trail running?

Un nuovo modo di conoscere la natura e di allenarsi: sai cos il trail running?

Negli ultimi anni il running ha subito una crescita incredibile e si sono moltiplicate sia le gare degli agonisti sia le competizioni amichevoli ed è aumentato anche il numero di coloro che si sono appassionati a questa disciplina. Allo stesso modo anche lo sport stesso si è evoluto e dal running sono nate altre tipologie di corsa, una di queste è il trail running.

Che cos’è il trail running?

Il trail running non è soltanto una disciplina sportiva, ma è un’esperienza da vivere. Il termine trail running significa letteralmente “correre sui sentieri” che è appunto quello che fa chi pratica questo sport.

Infatti, nel trail running gli sportivi gareggiano su percorsi immersi nella natura, che possono essere inseriti in diversi ambienti, dalla montagna al deserto; quello che cambia, rispetto alla corsa tradizionale, è che si limitano al minimo i tratti di percorso asfaltato e si corre principalmente su sentieri e mulattiere, sulle pietre, nel fango e sull’erba.

Il trail running è uno sport molto completo che sollecita non solo le gambe, ma anche parte superiore del corpo e, dal momento che viene praticato fuori dai normali percorsi, richiede anche molta concentrazione e prudenza… ma senza mettere da parte anche un pizzico di divertimento!

Come allenarsi per il trail running

I percorsi di trail running prevedono pendenze e dislivelli notevoli, un terreno sconnesso e faticoso da percorrere, per cui per affrontare una gara o anche solo per allenarsi per il trail running è fondamentale raggiungere un perfetto equilibrio di tecnica e potenza.

Una preparazione fisica adeguata permette a ogni atleta di non incorrere in eventuali incidenti che possono andare da semplici distorsioni a problematiche legate al sovraccarico funzionale a cui tutto il corpo viene sottoposto durante il percorso.

Sarà necessario in questo senso sviluppare non solo forza muscolare e resistenza alle lunghe distanze, ma anche capacità tattiche e strategiche per affrontare i cambiamenti e le difficoltà che i percorsi di trail running pongono di fronte agli atleti.

Inoltre, è importante conoscere il proprio corpo per sapere qual è il momento di rallentare: non strafare! Correre sull’asfalto o su un terreno pianeggiante è più facile che correre su un suolo accidentato che rappresenta una vera sfida per piedi, caviglie e ginocchia, per cui se non ti senti abbastanza sicuro o cominci ad accusare molta fatica è una buona idea quella di risparmiare energie e fermarsi.

Se sei un corridore alle prime armi il consiglio per diventare un trail runner è quello di acquistare prima una certa esperienza e poi pensare alle varianti della corsa tradizionale. Mentre se sei più esperto, puoi programmare delle sedute di allenamento che con gradualità ti avvicinino al trail running: puoi cominciare con esercizi di corsa lenta da effettuare sia su percorsi pianeggianti sia su percorsi più tecnici e impegnativi e intensificare con il tempo sia la durata sia la difficoltà e la lunghezza del tracciato da percorrere.

Dal momento che il trail running richiede ottime abilità motorie, sarà necessario prevedere anche degli allenamenti atti a migliorare la tecnica di salita e quella di discesa. Per scendere occorre fare molta attenzione all'appoggio del piede, cercando di scaricare il peso sull'avampiede per ammortizzare l'impatto con il terreno. Per non cadere puoi aiutarti con le braccia in modo da mantenere l'equilibrio!

Una volta che avrai preso più dimestichezza con i percorsi di trail running, potrai cominciare ad allenarti anche con lo zaino sulle spalle, che sarà un accessorio fondamentale nelle competizioni di trail running da gestire in autonomia.

Le scarpe per il trail running

Per affrontare i percorsi di trail running esistono apposite scarpe: infatti, a differenza dei tipici percorsi asfaltati, per correre su terreni accidentati è opportuno avere prodotti più tecnici che siano resistenti e durevoli e che siano più produttivi in relazione al tipo di terreno, alla frequenza d’uso e al peso del runner.

Le scarpe da trail running devono avere le seguenti caratteristiche:

  • la tomaia deve essere traspirante, rinforzata, contenitiva per garantire la protezione dei piedi da pioggia, neve e fango, e, inoltre, può essere impermeabile, anche se in questo caso si deve rinunciare a un po’ di traspirabilità;
  • il puntale deve essere rinforzato per proteggere le dita dai vari ostacoli che si possono incontrare sul percorso;
  • la suola deve essere particolarmente protettiva per assorbire gli urti e la tassellatura deve essere accentuata in modo da poter affrontare anche le discese più impervie.

Per la scelta della taglia delle scarpe da trail running dovrai considerare che queste devono essere indossate con una calza piuttosto spessa e che durante il percorso il piede potrebbe gonfiarsi per cui sarà opportuno prendere una taglia più grande rispetto alla propria. È molto importante non arrivare a urtare in punta con le dita in fase di discesa, altrimenti ci si ritroverà con i piedi doloranti e grossi problemi alle unghie.

Grazie al trail running riuscirai a correre e a scoprire la natura che ti circonda, aprire i tuoi sensi, porti all'ascolto del tuo corpo e delle tue sensazioni.

 

DF SPORT SPECIALIST
20 Agosto 2019
Articoli recenti
Consigli

Allenarsi in palestra: la cyclette

28 Agosto 2019 | DF Sport Specialist

Prossimi appuntamenti

Resta in attesa stiamo elaborando il tuo ordine