A tu per tu con i grandi dello sport - Robi Chiappa

"Il tempo fa il suo giro"

Giovedì 20 Giugno - ore 20.30 - Presso il punto vendita di Lissone

“Contagiato” dalla montagna quasi per caso, Robi Chiappa, classe 1942, ha diciotto anni quando viene invitato da un “ragno della Grignetta” a scalare con lui: e da lì tutto ha inizio.

Con il film documentario “Il tempo fa il suo giro”, Robi Chiappa passa in rassegna le ormai tante tappe della sua lunga vita, passata per la gran parte del tempo in montagna.

Da quella prima volta, per lui si apre una prospettiva magica: il fascino della montagna, il raggiungimento della vetta e l’ebbrezza della discesa in corda doppia, elementi irrinunciabili della sua vita.

È così che nasce la sua passione per la montagna, messa subito alla prova con una prima invernale sulla via delle Guide al Crozzon di Brenta con l’amico Lanfranchi e i fratelli Gianni e Antonio Rusconi: ben sette bivacchi in parete, un’esperienza esasperante, ma superata da Chiappa con lode e stimolato in lui la certezza di potersi dirigere con sicurezza verso salite sempre più impegnative.

Da allora Robi Chiappa diventa un’alpinista sempre alla ricerca di nuove dimensioni, nuove avventure che lo portano anche in Patagonia, Perù, Alaska, Norvegia e India.

Nel corso della sua vita in montagna, ha fatto parte del “Gruppo Ragni della Grignetta”, è stato istruttore nazionale di alpinismo ed ammesso al prestigio dell’accademico del C.A.I..

Nel 1978, dopo essersi dimesso dal gruppo Ragni, insieme ad altri dodici amici diventa socio fondatore del gruppo alpinistico lecchese Gamma, di cui oggi è Presidente, e dove per quarant’anni ha diretto la scuola di arrampicata, oltre ad operare intensamente nel Soccorso Alpino.

In questo ambito, con il fratello Daniele, ha realizzato attrezzature che hanno consentito di agevolare 

il trasporto dei feriti, quali: la barella

portantina, conosciuta in tutto il mondo con il nome

di “barella lecchese”, il palo pescante e il cavalletto “Cevedale”, per il recupero di feriti da pareti strapiombanti o crepacci, oltre ad altri attrezzi che vengono tuttora ampiamente utilizzati.

Oggi, Robi Chiappa frequenta spesso i sentieri della Val Masino, dell’alta Engadina, delle Grigne e del Resegone, in cerca di immagini da fissare nell’obiettivo per soddisfare la sua passione per la fotografia.

 

Intenso anche il suo impegno nel volontariato dove ricopre la carica di vice presidente dell’Associazione Italian Amala Onlus, fondata dal fratello Daniele, che promuove il sostegno a distanza dei bambini orfani o figli di nomadi profughi tibetani.


A tu per tu con i grandi dello sport - Robi Chiappa



Resta in attesa stiamo elaborando il tuo ordine